La stanza di psicomotricità

La psicomotricità fonda le sue attività sul principio per cui il corpo e il movimento sono lo specchio del mondo emozionale, affettivo e cognitivo del bambino. Per questo motivo la stanza di psicomotricità deve offrire al bambino la possibilità di compiere una serie di esperienze ludiche e di movimento che diventeranno esperienze di crescita globale. A tale scopo si utilizza un setting sufficientemente ampio e libero da ostacoli ma allo stesso tempo ricco di materiali che lascino però spazio al bambino di esprimere la propria individualità. Questi sono i materiali psicomotori, cioè oggetti privi di forme o funzioni specifiche come cubotti, cerchi, corde e teli, ma che possono rispondere a ogni esigenza ludica e affettiva del bambino. In tale setting è importante il ruolo dello psicomotricista che cerca di aiutare il bambino a rendere la sua esperienza ludica un’esperienza positiva di crescita nel senso non solo di una sempre maggiore acquisizione di competenze ma anche di un vivere positivamente le proprie abilità e limiti verso un sempre maggiore adattamento all’ambiente di vita.

Related posts